Qualche cenno sull'argomento:

Il Seminario Maggiore del Sacro Cuore fu inaugurato il 5 agosto del 1927, su progetto dell’ingegner Giuseppe Momo, il quale fu autore anche dei seminari di Assisi, di Fano e di Molfetta. La struttura, interamente realizzata in andesite e basalto, si ispira alle architetture romaniche medioevali, sviluppandosi su tre piani in quattro corpi disposti a quadrilatero, su un cortile centrale porticato. La torre campanaria si distingue dalla massa austera dell’edificio per il particolare coronamento caratterizzato da cinque guglie, probabilmente desunte dai campanili della locale Basilica della Madonna della Neve. L’imponente struttura si affaccia maestosa sulla piazza dedicata a Pio XI, il pontefice che accolse la richiesta da parte del clero sardo che desiderava istituire un Seminario regionale che provvedesse alla preparazione spirituale e culturale dei sacerdoti. Venne eletta Cuglieri come località ideale, per la sua centralità, per il clima misto montano-marino e per la distanza non eccessiva dalla linea ferroviaria. L’attività del Seminario, affidata ai padri Gesuiti della Provincia Torinese, si protrasse per 44 anni fino alla rinuncia alla gestione della struttura da parte della Compagnia di Gesù ed il trasferimento dell’istituzione a Cagliari nel 1971. Dal 1928 al 1970 dal Seminario regionale uscirono circa 1100 sacerdoti di cui circa una ventina divennero vescovi. La presenza del Seminario e l’opera educativa e spirituale dei padri Gesuiti rappresentò per il territorio e la popolazione locale una occasione di crescita spirituale e un punto di riferimento socio-economico.