Qualche cenno sull'argomento:

In località Santa Rosa si trova un interessante sito costituito da una moderna chiesetta campestre, i resti di strutture murarie altomedievali e un antico pozzo. I lavori di edificazione della chiesa furono intrapresi nel 1946 quando, secondo alcuni documenti, avvenne la posa della prima pietra e di una pergamena benedetta. Durante recenti lavori per la definitiva realizzazione della chiesa e di un parco circostante, sono stati individuate alcune strutture, tra cui anche una sepoltura contenente numerosi individui con un corredo costituito da semplici vaghi di collana in pasta vitrea. Sono state inoltre rinvenute due monete attribuibili a Valentiniano III (I metà V sec. d.C.) e a Trasamundo (fine V – inizio VI sec. d.C.). È stata messa in luce anche una cisterna, contenente frammenti ceramici di produzione pisana e islamica, ed una vasca semicircolare divisa in due settori intonacati e dotati di una piccola coppella di decantazione, oltre che di una scala d’accesso con tre gradini realizzati con blocchi di arenaria.

  • da Selargius: si attraversa la SS 387 in direzione dell’Osservatorio Astronomico. Dall’ingresso di questo, seguendo la segnaletica, si prosegue per circa 2 km, oltrepassando, sulla destra, due stradine bianche e imboccando la terza. La si percorre per circa 250 m fino ad un bivio, dove si prende la stradina a destra, percorrendola per circa 500 m sino ad arrivare alla Chiesa (linea ROSSA)
  • In alternativa, ci si immette nella SS 387 in direzione Dolianova e la si percorrere per circa 3 Km, sino a incontrare, sulla sinistra, apposita segnaletica indicante il sito. Imboc- cata la stradina bianca, la si percorre(per circa 1.5 Km seguendo sempre la segnaletica posta lungo strada (linea BLU)