Qualche cenno sull'argomento:

L’uliveto storico di S’ortu Mannu è situato a circa 4 km ad Est dall’agglomerato di Villamassargia, lungo la provinciale per Cagliari in direzione di Siliqua. 1 2 3 5 4 S’ortu Mannu Il parco, oggi ridotto rispetto alla sua nascita ma comunque molto importante per l’età secolare delle sue piante, si sviluppa su circa 40.000 mq ai piedi della collina che ospita il castello medioevale di Gioiosa Guardia, di cui avanzano pochi ruderi ed una torre quasi distrutta. Nel 1436 il Viceré di Cagliari con un suo pregone (bando) invitò i cittadini di Villamassargia ad innestare gli olivastri (risalenti alla importazione dell’ulivo in Sardegna da parte dei Fenici) esistenti nella vallata del Cixerri in un luogo chiamato “Bega de S’acqua” e fino alla località detta “Santu Rumeu” per una estensione di circa 7 Km e concedendo perciò, un premio di 35 cents ad innesto e la proprietà della pianta. In merito alla proprietà summenzionata, si creò una situazione in cui il proprietario del terreno era diverso dal proprietario della pianta d’ulivo: si ritiene che questo tipo di proprietà sia unica o raramente esistente in tutto il territorio nazionale. Il comune di Villamassargia nel 1999 ha avviato un processo di acquisizione di tutti i terreni ricadenti nell’area del Parco coniugando la continuità delle locali consuetudini con la prevalente esigenza della conservazione di questo patrimonio secolare.