Nell’edizione 2022 di Monumenti Aperti trova spazio un’iniziativa che vede impegnati fianco a fianco Imago Mundi, Università e Municipalità in un intervento di animazione comunitaria e di promozione territoriale su base culturale, che mette al centro Pirri. Annesso al capoluogo nel 1927 e riconosciuto Municipalità dal 2006, Pirri oggi è cresciuto a tal punto da ospitare un quinto dei residenti cagliaritani, pur mantenendo con orgoglio le peculiari caratteristiche di “paese dentro la città”.
La proposta, che si esprime anche attraverso passeggiate culturali nei luoghi più significati- vi del centro abitato, godibili con i convogli pedonali del Trentapiedi dei Monumenti dell’Università di Cagliari, desidera restituire in un quadro narrativo integrato i tanti colori di una comunità che, specie tra l’Ottocento e il Novecento, ricoprì una considerevole importanza, non solo in campo agricolo, con una rinomata produzione di vini e liquori, ma anche in ambito industriale, come testimonia la presenza degli edifici della Ex-Distilleria e della Ex- Vetreria, oggi inseriti all’interno di un frequentato parco, cuore vivo della comunità locale.
Delle più antiche stratigrafie del tessuto urbano, le case in terra cruda conservano ancora i tratti più caratteristi- ci. Tra gli esempi più significativi di questo patrimonio di esperienze, resta ancora oggi la casa Saddi-Grippo, costruita nel 1857 da Pietro Saddi, trisavolo degli attuali proprietari, i fratelli Grippo. Si tratta di una tipica casa tradizionale campidanese che conserva, pressoché inalterata, la struttura originaria legata allo svolgimento delle attività agricole da parte della famiglia, con grandi ambienti dedicati alla produzione del vino e strumenti legati alla lavorazione della terra. Anche la casa Saddi, costruita da Vittorio Saddi per suo figlio Nazario tra la fine dell’Ottocento e i primi anni del Novecento, mostra ulteriori caratteri di originalità, affiancando all’abitazione il centro di produzione e commercializzazione divini della famiglia Saddi. La casa, dotata di una bella facciata principale sulla via Toti, si articola su due livelli che guardano sul grande cortile un tempo utilizzato per le attività quotidiane. Ma Pirri rivela caratteri altrettanto autentici anche nelle architetture liberty dell’elegante torre civica del vecchio Municipio, nelle strutture della sede del Dazio di Piazza Italia, nella Chiesa parrocchiale di San Pietro Apostolo, o in tanti altri luoghi del suo ampio perimetro, raccontati per questa occasione anche nella collezione fotografica sul passato del paese, ospitata nel nuovo palazzo della Municipalità. Di questa antica comunità campidanese, che al lavoro dei campi ha affiancato diverse attività industriali, rimane viva l’operosità, riverberata ancora oggi in tante espressioni dell’artigianato, come nel caso della radicata tradizione dei maistr’e linna pirresi, tramandata di padre in figlio dalla famiglia Puddu.

PROGETTO SPECIALE

‘Vestigia’ – Laboratorio di Didattica e Comunicazione dell’Università di Cagliari col suo Trentapiedi dei Monumenti, giunto alla decima edizione, quest’anno raccoglie la sfida di accompagnare i suoi passeggeri alla scoperta di luoghi raramente interpretati come destinazione culturale. La Municipalità di Pirri, benché sacrificata all’espansione urbana di Cagliari, mantiene tutt’oggi tanti aspetti di vita autonoma, che la connotano in modo originale come un vero ‘paese dentro la città’. Tra case in terra cruda e saperi tradizionali, il Trentapiedi vi condurrà alla scoperta di ciò che è ancora vivo delle esperienze di questo antico centro del Campidano, in un festoso percorso culturale a tappe della durata di circa un’ora, costruito da studenti, ricercatori e docenti dell’Università di Cagliari in dialogo con la comunità locale.

  • La Municipalità propone una mostra di fotografie storiche di Pirri e una mostra di pittura e scultura che saranno allestite presso i locali della ex-scuola Elementare di via Riva Villasanta (sala consiliare e corridoio al primo piano) e delle sculture lignee gentilmente messe a disposizione dall’artista Antonio Siddi.
  • Sempre nei locali della Municipalità esporranno le loro opere pittoriche allievi ed ex allievi della sede di Pirri del Liceo Artistico Foiso Fois.
    Si tratta di giovani under 30, alcuni dei quali attualmente studenti delle Accademie di Belle Arti.