Qualche cenno sull'argomento:

Il villaggio di Su Coddu (il colle) è uno dei più noti ed interessanti insediamenti prenuragici sardi (3.500 – 2800 a.C. circa) sia per estensione che per i materiali litici, metallici e ceramici rinvenuti numerosi durante gli scavi archeologici. E’ costituito da numerose strutture insediative prive di muratura e interpretate come capanne, pozzi, silos, focolari e sepolture. Le capanne seminterrate avevano una copertura a intelaiatura lignea poggiante sul terreno, testimoniata dal rinvenimento delle buche per i pali. L’approvvigionamento idrico avveniva tramite dei pozzi, realizzati ad anelli sfalsati e rastremati sul fondo. Per alcune di queste strutture si ipotizza anche un utilizzo rituale legato al culto della Dea Madre, come sembrano indicare due statuine femminili a placchetta cruciforme, rinvenute frammentarie in una capanna.