Olbia 2015

Isolato Punico-Romano

, , , ,

In età punica l’area, situata all’interno e a ridosso delle mura di cinta, venne utilizzata sia come quartiere abitativo sia per attività artigianali. Le testimonianze archeologiche evidenzianoinfatti la presenza, a nord-ovest delle abitazioni, di un’officina ceramica che verso la fine del IV secolo a.C. produceva anfore. Il sito continuò a essere abitato in età romana, [...]

Torre di Avvistamento Punica

, , , ,

Portorotondo, ormai da alcuni anni, si contraddistingue per la presenza di un unicum archeologico che, ad oggi, non trova confronti nel Mediterraneo occidentale. Il monumento, ubicato a Punta Su Nuraghe, fu da sempre ritenuto un nuraghe, ma lo scavo archeologico integrale ha portato alla luce una torre cilindrica in grandi blocchi di granito sagomati, riempita [...]

Nuraghe Riu Mulinu – Cabu Abbas

, , ,

Il complesso nuragico di Riu Mulinu sorge sul rilievo di Cabu Abbas (m 250 s.l.m.). Gli scavi, effettuati alla fine degli anni ’30 da Doro Levi, hanno restituito vari reperti in bronzo e in ceramica (esposti al Museo Archeologico di Olbia) e una statuetta di figura femminile che con le mani sostiene una brocca sul [...]

Villa Clorinda – Istituto San Vincenzo

, ,

La Villa, oggi sede dell’Istituto paritario San Vincenzo de’ Paoli, fu progettata negli anni Venti dall’ingegnere Bruno Cipelli per volere della famiglia Colonna, originaria dell'isola di Ponza. L’edificio si sviluppa su due piani con un livello aggiunto in seguito, sormontato da una torretta belvedere. Il portone d’ingresso, incorniciato da semicolonne con capitello corinzio e caratterizzato [...]

Tomba dei Giganti di Su Monte‘e s’Ape

, , , ,

La tomba dei giganti di Su Monte e S’Ape, tipico monumento funerario di età nuragica, fu oggetto di scavo nel 1968. Si tratta di una tomba collettiva, considerata una delle più importanti della Sardegna per dimensioni. È composta da: un corridoio di sepoltura, coperto con lastre orizzontali, nel quale venivano deposti i defunti e uno [...]

Centro storico – Carreras Bezzas

, , ,

Il centro storico, caratterizzato da un impianto urbanistico ortogonale risalente alla nascita della città, fu il cuore pulsante di Olbia in epoca giudicale. A tale periodo dovrebbe risalire la seconda cinta muraria, di cui è stato individuato un tratto durante uno scavo in via Garibaldi. Le case delle vie del centro, carreras bezzas, risalgono al [...]

Biblioteca Comunale Simpliciana

,

Il palazzo fu costruito alla fine del secolo scorso e fu sede del Municipio fino al 1935 circa. Successivamente fu occupato dal Commissariato di Polizia e dalla Pretura con il relativo carcere mandamentale, quindi dall’ufficio postale e dal Comando di Polizia municipale. La biblioteca custodisce più di 17.000 volumi; 2055 volumi sono donazioni di Dionigi [...]

Biblioteca Civica Simpliciana

, , ,

La Biblioteca Civica Simpliciana, cuore pulsante della città di Olbia, ospita negli ambienti del suo storico palazzo laboratori e rassegne letterarie di grande successo. L’edificio, sede del Municipio fino al 1935, fu poi occupato dal Commissariato di Polizia, dalla Pretura con il relativo carcere mandamentale, dall’Ufficio Postale e dal Comando di Polizia Municipale. Dotata di [...]

Terme Romane

, , , ,

In età romana Olbia era dotata di due impianti termali: uno situato nel cuore antico della città, tra via delle Terme, Corso Umberto I e via Santa Croce, l’altro in prossimità del lato settentrionale dell’antica cinta muraria, scoperto durante uno scavo effettuato in via Nanni (fronte scuole medie E. Pais). Per il primo impianto, databile [...]

Palazzo Ex-Genio Civile

,

La villa costruita negli anni Venti, ex sede del Genio Civile, ha subito nel corso degli ultimi decenni ampliamenti che non hanno sminuito l’importanza del corpo centrale preesistente. Si fa apprezzare per l’armonioso inserimento nel paesaggio urbano e marino. Oggi una nuova costruzione destinata a museo archeologico la rende invisibile dall’esterno perche inserita all’interno del [...]

Pozzo sacro “Sa Testa”

, , , ,

Il pozzo sacro di Sa Testa, scavato nel 1938 e restaurato alla fine degli anni ’60, è uno dei luoghi di culto più noti della Sardegna nuragica. Il pozzo, databile al Bronzo Finale (XII-XI secolo a.C.), è costituito da un ampio cortile circolare, in cui probabilmente si svolgevano i rituali sacri, un piccolo vestibolo di [...]

Porto antico, Foro romano e Chiese gemelle

, ,

Il complesso archeologico del porto antico e situato al di sotto dell’attuale lungomare di via Principe Umberto e via Genova. Durante gli scavi del 1999 e 2001, sono state rinvenute 24 navi di cui due di eta neroniana - vespasianea, 11 del periodo vandalico e 6 di epoca medievale. Di fronte all’area di scavo sopra [...]

Acquedotto romano “Solladas”

,

In prossimità del vecchio Ospedale “S. Giovanni di Dio”, tra Via Canova e Viale Aldo Moro, riappaiono in luce alcuni piedritti residuo dell’ultimo tratto dell’acquedotto di Olbia. Su qualche tratto murario si possono osservare i resti di due condotte, una delle quali obliterata dall’altra. Nel corso degli scavi effettuati nel 2003 sotto la direzione del [...]

Museo Archeologico

, , , ,

Dal punto di vista architettonico l’edificio simboleggia una nave ormeggiata in porto, in ragione sia del contesto urbano portuale nel quale l’opera si inserisce sia del ruolo storico e culturale di Olbia. I reperti archeologici illustrano l’intera vicenda storica della città antica e del territorio circostante, dalla preistoria al XIX secolo, con particolare riferimento alle [...]

Chiesa Romanica di San Simplicio

, , , ,

L’area su cui sorge la chiesa romanica di San Simplicio cela precedenti fasi di culto extraurbano, prima forse fenicio poi greco, punico, romano e paleocristiano, come ben dimostra il sito archeologico visitabile nel sottosuolo della piazza antistante. L’ex cattedrale del Giudicato di Gallura è intitolata al culto di Simplicio, patrono della città di Olbia e [...]

Vedi Altri