Dal 23 luglio al 24 ottobre 2021 sarà visitabile al Centro Comunale d’arte Il Ghetto “Architetture vegetali. Le strade alberate di Cagliari“, una mostra realizzata con la collaborazione dell’Associazione Imago Mundi OdV e ideata dall’architetto Marco Cadinu, curata insieme all’agronoma Tiziana Sassu, vice presidente di Imago Mundi.

Una scelta non casuale quella del Ghetto. L’iniziativa intende, infatti, anche celebrare la ricorrenza del 25° anniversario della manifestazione Cagliari Monumenti Aperti grazie alla quale, nel 2000, proprio il settecentesco monumento di via Santa Croce, nato come Caserma San Carlo, fu aperto e restituito per sempre alla città. La mostra si chiuderà, infatti, in occasione della venticinquesima edizione di Cagliari Monumenti Aperti nel weekend del 23-24 ottobre.

LA MOSTRA

Dalla fine del Settecento in poi a Cagliari come in tantissime città europee nuovi viali alberati trasformano l’immagine dello spazio urbano. Nelle antiche piazzeforti vengono pianificate importanti funzioni urbane oltre le mura e individuate nuove direttrici di espansione.

Con l’obiettivo di portare l’attenzione dei cittadini sul passato, presente e futuro delle strade alberate di Cagliari, intese come architetture vegetali, quindi risorsa imprescindibile per la qualità urbana locale, il Centro comunale d’arte Il Ghetto ospita, dal 23 luglio al 24 ottobre, Architetture Vegetali, le strade alberate di Cagliari.

La mostra, che rientra nell’ambito della programmazione dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Cagliari, è realizzata dal Consorzio Camù gestore dei servizi del Centro Comunale d’Arte e Cultura Il Ghetto di Cagliari in A.T.I. con Orientare S.r.l., in collaborazione, oltre che con l’Associazione Imago Mundi OdV, anche con il Dipartimento di Ingegneria Civile Ambientale e Architettura dell’Università degli Studi di Cagliari e l’Associazione Storia della città e si avvale inoltre di importanti collaborazioni quali l’Archivio Storico del Comune di Cagliari, gli Archivi di Stato di Cagliari e di Torino e la Digital Library della Regione Sardegna.

L’esposizione si configura come un viaggio alla riscoperta dei viali alberati, patrimonio storico europeo e indicatore della qualità urbanistica e ambientale delle città almeno dal primo Ottocento in poi e il riconoscimento della notevole qualità e quantità di viali progettati nel tempo a Cagliari, cui corrispondono continui e documentati investimenti e pensieri tecnici aggiornati. Ma anche un modo per riattivare meccanismi di riconoscimento identitario e di orgoglio civico riguardanti tale bene monumentale e paesaggistico e per affermare i valori di patrimonio culturale delle strade alberate, monumenti vegetali e urbanistici.

INFORMAZIONI

  • È possibile contattare il Centro comunale d’Arte Il Ghetto al numero 070 6670190 o scrivere all’indirizzo email ilghetto@consorziocamu.it
  • La prenotazione dei biglietti potrà avvenire attraverso la compilazione dell’apposito modulo online o telefonicamente.
  • Per tutte le giornate sono previste visite della durata di un’ora con accesso massimo per singolo turno di venti persone.
  • Orari di apertura: dal martedì alla domenica dalle ore 9 alle 13 e dalle 16 alle 20 con modalità di fruizione contingentata nel rispetto delle misure anti-Covid.
  • Biglietti: intero: 3 €; ridotto: 2 € (over 65 e studenti muniti di documento, scuole e gruppi min 10 persone max 15); gratuito (bambini fino a 7 anni, disabili).

PER ULTERIORI INFORMAZIONI VAI AL SITO DEL CONSORZIO CAMU’