Il Comune di Ales è costituito dai nuclei abitati di Ales e Zeppara. Quest’ultima, frazione, ha goduto di autonomia comunale fino al 1927 e dista 2 km. dal capoluogo. Ales sorge ai piedi del monte Arci, ove si trova il Parco di lecci di Acuafrida, a 800 metri slm. Storico capoluogo dell’Alta Marmilla, ha visto trasformarsi la sua economia di tipo agro-pastorale in seguito al trasferimento della diocesi di Uselis, con la costruzione della Cattedrale e la nascita dell’agglomerato urbano di congiunzione con l’antico villaggio intorno alla chiesa di Santa Maria. Divenuto sempre più Centro di Servizi, Ales, ha avuto un costante e significativo ricambio della popolazione.
La presenza di tutti gli ordini di scuola ha origine nel 1600 con la prima Scuola elementare, seguita dal Seminario nel 1700; l’istituzione dell’Istituto Magistrale vescovile ad opera di Mons. Tedde, ha consentito la formazione di tante generazioni di maestri in tutto il territorio della Marmilla e oltre.
L’aspetto urbanistico e architettonico si è notevolmente modificato nel recente passato, soprattutto per importanti investimenti pubblici e privati, grazie alla legge sui centri storici. Ales ha anticipato la stessa legge con il piano particolareggiato adottato nel decennio precedente, e da una percezione punitiva, si è passati a una grande opportunità di profondo rinnovamento.
La quarantennale presenza della biblioteca comunale, intitolata al pittore alerese Peppinetto Boy, che ha affrescato la cupola della Cattedrale, la presenza di alcuni musei, di archivi storici, la casa natale di Antonio Gramsci, la storica banda musicale degli inizi del Novecento, che ancora oggi coinvolge tanti giovani con una professionalità eccelsa, costituiscono un forte richiamo culturale per la comunità.

Il sito ufficiale del Comune di Ales

Visualizza la guida alla manifestazione locale

Benvenuti!
La piacevole primavera porta con se anche la manifestazione Monumenti Aperti che ci invita a scoprire le bellezze artistiche, naturalistiche e culturali della regione, e da diversi anni anche quelle nazionali.
All’edizione 2019 aderisce anche il comune di Ales nello spirito dello slogan “Radici al Futuro”, affidando alle giovani generazioni il patrimonio storico locale del passato, per custodirlo e proiettarlo alla comunità del domani. Aderiamo con l’auspicio che i monumenti e i documenti proposti dal nostro itinerario siano uno stimolo per convogliare e attrarre visitatori ad Ales e Zeppara durante la manifestazione, e ciò costituisca un invito a tornarci.
La proposta nasce con la collaborazione e condivisione della Chiesa, che con i suoi monumenti è da secoli sinonimo di cultura: dallo storico Seminario, oggi sede del Museo d’Arte Sacra, alla Cattedrale dell’architetto Domenico Spotorno.
Perfettamente attinente al tema di quest’anno è la proposta del Museo del Giocattolo, che tramanda i giochi e i giocattoli dei nonni, efficacemente riscoperti ed elaborati con un laboratorio didattico della scuola media nel triennio 1993/96, nell’era della tecnologia avanzata.
La Casa Natale di Antonio Gramsci, con funzione trainante, unisce la piazza-monumento Piano d’uso collettivo di Giò Pomodoro e la piazza L’Albero del Riccio, che trae origine da una delle sue storie più lette e commentate in ambito scolastico.
L’intensa attività dell’Associazione Casa Natale, con i diversi premi e concorsi, completa la proposta storico-artistico-culturale che Ales dedica al suo illustre concittadino.
Ai volontari, alla scuola, agli studenti con la guida del dirigente scolastico e dei docenti, è affidato il ruolo centrale della manifestazione, occupandosi di accogliere, informare e illustrare i nostri monumenti ai visitatori che saranno ospiti della nostra comunità.
Vi attendiamo numerosi.

Il Sindaco
Francesco Mereu

Gli Assessori della Pubblica Istruzione e Cultura
Emanuele Trudu – Nicolò Muscas

Informazioni Utili

I monumenti saranno visitabili gratuitamente, il pomeriggio di sabato dalle 16.00 alle 20.00 e la domenica dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00.

  • Per la visita ai siti si consigliano abbigliamento e scarpe comode.
  • Le visite alle chiese saranno sospese durante le funzioni religiose.
  • È facoltà dei responsabili della manifestazione limitare o sospendere in qualsiasi momento, per l’incolumità dei visitatori o dei beni, le visite ai monumenti.
  • In alcuni siti la visita potrà essere parziale per ragioni organizzative o di afflusso.

e-mail:

  • culturabas@tiscali.it
  • trudu.emanuele@tiscali.it

Info Point:
gazebo Corso Cattedrale 53 (piazzale del Municipio, Biblioteca comunale)

Comune di Ales
Istituto comprensivo “Dante Alighieri”
Biblioteca Comunale “Peppinetto Boy”
Curia vescovile della Diocesi di Ales-Terralba
Parrocchia della Cattedrale
Parrocchia di San Simeone in Zeppara
Museo dell’arte sacra – Ales
Associazione casa natale Antonio Gramsci – Ales
Coop. Cultour – Cabras
Associazione turistica Pro loco
Museo del giocattolo tradizionale della Sardegna
Associazione Musicale Alerese
Gruppo folk ss. Pietro e Paolo di Ales
Coro Polifonico di Ales
Auser di Ales
Associazione musicale Dalton di Ales
Oratorio San Giovanni Bosco – Ales
AVIS di Ales
Volontari del soccorso di Ales
Volontari Servizio civile nazionale del Comune di Ales
Gruppo volontari

Iniziative speciali

Eventi Speciali
Gusta la città

I monumenti