Como, adagiata in una splendida conca di fronte al lago, è da secoli un nodo strategico di vie e commerci. Le sue origini sono antichissime: i primi insediamenti umani risalgono alla preistoria e sono concentrati lungo le pendici delle colline che cingono a ovest la convalle. Qui sono ancora visibili resti di abitazioni, incisioni rupestri e luoghi di culto risalenti all’Età del Bronzo e del Ferro.
I Romani nel 196 a. C. conquistarono la zona dopo aver sconfitto i Galli e nel 59 a. C. Giulio Cesare fondò nella convalle l’attuale abitato, Novum Comum, facendone un avamposto, anche militare, verso il mondo germanico. Data la sua posizione nodale Como è stata in grado di rivaleggiare fino al tardo Medioevo con la stessa Milano. E lo scorrere del tempo ha lasciato segni preziosi in città, con una fitta serie di monumenti di ogni epoca, che qui abbiamo voluto selezionare e riproporre alla luce del concetto della “Città per tutti” e del “Bello per tutti”.

 

VISUALIZZA/SCARICA LA BROCHURE DELLA MANIFESTAZIONE LOCALE IN LOMBARDIA

Informazioni Utili

Tra i beni culturali cittadini sono stati selezionati, con l’aiuto dell’Unione dei Ciechi degli Ipovedenti di Como, luoghi e monumenti di impatto sensoriale e soprattutto tattile. La scelta è caduta su due fra i più antichi e più importanti per la storia della città di Como e del suo territorio: le Basiliche di S. Abbondio e di S. Carpoforo, “prime pietre” del cristianesimo comense, entrambe legate a potenti e ricchi monasteri, e sorte sull’antico asse viario (Via Regina, o, più ampiamente, Via Francigena Renana) che da sempre collega Como e la sua Convalle a Nord con l’Oltralpe e la Valle del Reno e a Sud con Milano e Roma. Si è poi individuato il luogo che custodisce le più antiche e tangibili memorie della città e del territorio: il Museo Archeologico “P. Giovio”.
Si è scelto di presentare tutto ciò in un luogo speciale, nel cuore stesso del colle fortificato del Baradello, in un sito strategico per la città: l’impianto, in caverna, di potabilizzazione dell’acquedotto cittadino, aperto per noi, per l’occasione, da ACSM AGAM Reti Gas Acqua.

Tutte le visite, gratuite, avverranno previa prenotazione da farsi entro giovedì 30 maggio.

  • Per MUSEO GIOVIO e S. ABBONDIO
    Info Point: UNIONE ITALIANA DEI CIECHI E DEGLI IPOVEDENTI
    Via Raschi 6 – 22100 Como (CO)
    Tel. 031 570 565
    e-mail: uicco@uiciechi.it
  • PER S. CARPOFORO e IMPIANTO POTABILIZZAZIONE
    Info Point: IUBILANTES
    Via G. Ferrari 2 -2 2100 Como
    Tel. 031 279 684
    e-mail iubilantes@iubilantes.it

  • Istituto San Carpoforo
  • Liceo Statale “Alessandro Volta”
  • Museo Archeologico “Paolo Giovio”
  • Parrocchia dei Ss. Brigida e Carpoforo
  • Rettoria della Basilica di S. Abbondio

Programma ed Eventi speciali

VENERDì 31 MAGGIO 2019

Impianto di potabilizzazione
Ore 10:00-13:00
Apertura dell’impianto con visite guidate dai tecnici dell’acquedotto, gestito dalla società ACSM AGAM Reti Gas Acqua. Accoglienza in sala video e inizio del percorso di visite, a gruppi (20 persone circa), su prenotazione; percorso di visita “dedicato” per i non vedenti di UICI COMO.
Ore 11:00
Conferenza stampa con presentazione generale degli eventi “MONUMENTI APERTI PER UNA CITTA’ PER TUTTI” e con presenza ufficiale degli Enti coinvolti.

SABATO 1 GIUGNO 2019

Museo Archeologico “P. Giovio”, Sezione Romana
Ore 10:00-12:00 // 15:00-17:00
Visite guidate “al buio”, con guide non vedenti – A piccoli gruppi, su prenotazione.
Interventi musicali a cura di UICI Como.

Basilica di S. Abbondio
Ore 10:00-12:00 // 15:00-17:00
Dalla mappa al monumento, dalle tenebre alla luce: visite con prima fase di esplorazione tattile “al buio” guidata da non vedenti/ ipovedenti e seconda fase “in chiaro” curata dalle giovani guide del Liceo “A. Volta”.
Ore 15:30
Il tatto, la materia: incontro con lo scultore Abele Vadacca.

Basilica di S. Carpoforo
10:00-12:00 // 15:00-18:00
Apertura presenziata con volontari Iubilantes.

DOMENICA 2 GIUGNO 2019

Museo Archeologico “P. Giovio”, Sezione Romana
Ore 10:00-12:00 // 15:00-17:00
Visite guidate “al buio”, con guide non vedenti – A piccoli gruppi, su prenotazione.
Interventi musicali a cura di UICI Como.

Basilica di S. Abbondio
Ore 10:00-12:00.
Dalla mappa al monumento, dalle tenebre alla luce: visite con prima fase di esplorazione tattile “al buio” guidata da non vedenti e ipovedenti visite con prima fase di esplorazione tattile “al buio” guidata da non vedenti e seconda fase “in chiaro” curata dalle giovani guide del Liceo “A. Volta”.

Basilica di S. Carpoforo
Ore 10:00-12:00 // 15:00-17:00
Visite guidate animate a cura degli studenti del Liceo “A. Volta”.
A conclusione canti liturgici gregoriani a cura del Coro A. Marelli di Capiago diretto dal M° Roberta Vanelli.

Basilica di S. Carpoforo

Sabato 1 giugno
Ore 20:45
Basilica segreta. Letture, racconti, aperture speciali e approfondimenti con Docenti e Studenti del “Liceo Volta”.