Settimo San Pietro

Settimo con i suoi quasi 6 mila abitanti si trova su un terrazzo alluvionale che si affaccia nel Campidano di Cagliari. Il territorio conserva numerose testimonianze di insediamenti dell’età neolitica come il complesso nuragico di “Cuccuru Nuraxi”. Particolarmente interessante il centro storico che conserva numerose costruzioni in mattoni crudi. (dal sito Comunas)
Potete visionare alcune caratteristiche architettoniche del territorio suddivise tra chiese e case campidanesi. 
Le case risalenti al secolo scorso generalmente si presentano esternamente con un portale d’ingresso ad arco adornato con fregi artistici oppure con le iniziali del padrone di casa. All’interno compaiono la stalla, la cantina, il portico e il cortile, dove si trovano piante di agrumi e l’immancabile pozzo. L’edificio principale costruito su due piani è realizzato con una struttura portante in mattoni di fango e pilastri in mattoni laterizi pieni. L’elemento archittettonico caratteristico è il loggiato, meglio noto come “sa lolla”, destinato ad aprire la via a tutte le stanze interne della casa. La copertura di quest’ultimo ambiente è realizzata con orditura lignea costituita da travi originali ed incanniciato, le cui canne sono legate singolarmente con spago vegetale a “sa canna maista” che corre nell’interasse de “is crabiolas”. Nelle abitazioni dei più agiati era presente anche “sa mola”, la macina per il grano. A Settimo San Pietro il nucleo più antico è poco alterato nei propri caratteri ambientali: le cortine murarie ai due lati dei percorsi principali sono ritagliate ritmicamente dai portali d’ ingresso alla corte. Le strutture portanti delle abitazioni sono realizzate in landiri e conci irregolari di pietra arenaria a vista. Le lolle, con archi a tutto sesto, sono in muratura e architrate in legno di ginepro.

Cari cittadini e cari visitatori, dopo gli anni difficili della pandemia, quest’anno il Comune di Settimo ha finalmente la possibilità di aderire di nuovo alla manifestazione Monumenti Aperti.
Si tratta di un evento per noi irrinunciabile e la nostra partecipazione ha l’obiettivo di far conoscere il nostro territorio e le sue peculiarità, a partire dai siti di interesse archeologico e dai nostri monumenti storici, attraverso un viaggio nel tempo e nelle nostre più antiche tradizioni.
Anche per questa edizione sarà preziosissima la collaborazione con tanti volontari e con l’Istituto Comprensivo di Settimo i cui alunni faranno da ciceroni ai visitatori interessati, per illustrare loro i nostri scrigni più importanti, tra i quali, per la prima volta, sarà possibile ammirare la collezione privata “Carlo Desogus” recentemente donata alla nostra comunità dal proprietario.
Vi aspettiamo numerosi a Settimo San Pietro!

Il Sindaco
Gian Luigi Puddu

VAI AL SITO UFFICIALE DEL COMUNE DI SETTIMO SAN PIETRO
SCARICA IL COMUNICATO STAMPA
SCARICA LA BROCHURE

Informazioni Utili

I monumenti saranno visitabili gratuitamente, sabato dalle 16.00 alle 20.00 e domenica dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00

  • Per la visita ai siti si consigliano abbigliamento e scarpe comode.
  • Le visite alle chiese saranno sospese durante le funzioni religiose.
  • È facoltà dei responsabili della manifestazione limitare o sospendere in qualsiasi momento, per l’incolumità dei visitatori o dei beni, le visite ai monumenti.
  • In alcuni siti la visita potrà essere parziale per ragioni organizzative o di afflusso.
  • Comune di Settimo San Pietro
  • Istituto Comprensivo di Settimo
  • Gruppo Folk Santa Lucia
  • Gruppo Folk Nuraghe
  • Protezione Civile Settimo
  • Pro Loco Settimo San Pietro
  • Gruppo Folk S’acua de is Dolus

I Monumenti