Project Description

Il MUACC è una nuova istituzione culturale fondata in seno all’Università degli Studi Cagliari. La sua missione – incentrata sulla vocazione alla ricerca e allo studio – e i suoi principali obiettivi riflettono una concezione dell’Università che sia in misura sempre maggiore al servizio della comunità, del suo sviluppo sostenibile, e presuppongono il ruolo imprescindibile dell’istituzione museale nei processi di crescita, partecipazione e cambiamento sociale, in accezione inclusiva, accessibile e multiculturale.

Il Museo ha come finalità principali la conservazione, la promozione e la valorizzazione del patrimonio storico-artistico dell’Ateneo di età contemporanea. Il nucleo storico della collezione è costituito dalle opere raccolte a partire dall’iniziativa dello storico dell’arte Corrado Maltese, a Cagliari tra la seconda metà degli anni Cinquanta e gli anni Sessanta all’interno di un discorso interdisciplinare, che connetta le multiformi storie del tempo presente.

Gli spazi espositivi del Museo occupano il piano terra e il primo piano di un edificio di pregio in pieno centro storico, il Palazzo dei Marchesi di Quirra, denominato anche Palazzo Nieddu o Palazzo Cugia, nella parte di fabbricato sulla via Santa Croce, adiacente alla via Corte d’Appello. Le notizie più antiche riguardanti l’edificio sono riscontrabili in un documento dell’Archivio di Stato di Cagliari, datato 1598. Nel corso dei secoli fu interessato da diversi cambi di proprietà e rifacimenti; la sua conformazione attuale, risalente alla seconda metà del Settecento, si deve probabilmente al progetto dell’architetto sabaudo Giuseppe Viana. La denominazione di Palazzo Nieddu risale all’avvocato Pietro Nieddu, che nella prima metà dell’Ottocento commissionò importanti lavori all’insigne architetto Gaetano Cima, al cui intervento rimanda certamente la facciata in stile neoclassico. Ai Nieddu subentrarono nella proprietà le famiglie Cugia e Amat di San Filippo. L’ala settentrionale è stata acquisita dall’Università degli Studi di Cagliari e fatta oggetto di importanti restauri. Attualmente sono allestite negli spazi del Museo le opere donate all’Università degli Studi di Cagliari da Italo Antico, protagonista del rinnovamento artistico in Sardegna nel secondo Novecento.

Grazie alla donazione dell’artista e all’impegno dell’Ateneo per la loro piena valorizzazione, le più rappresentative tra queste sculture – esposte insieme ad un selezionato corpus di dipinti, gioielli e arazzi – costituiscono oggi una grande ricchezza a disposizione della collettività.