Qualche cenno sull'argomento:

NEL CUORE DEL CENTRO STORICO

Il Palazzo Ducale fu fatto costruire tra il 1775 e il 1804 da don Antonio Manca, Marchese di Mores e signore di Usini, all’indomani della sua investitura a Duca dell’Asinara. La residenza fu realizzata abbattendo un precedente palazzo di famiglia e inglobando nel progetto alcune “case alte” di privati confinanti. Il palazzo dal 1860 al 1878 fu sede della Prefettura prima e dell’Amministrazione provinciale poi. Dal 1878 divenne sede del Municipio di Sassari che l’acquistò nel 1900. L’edificio si sviluppa su tre piani. La facciata presenta finestre di diversa foggia e le aperture dell’ultimo piano sono incorniciate da un originale motivo di gusto rococò. Dal portone principale si accede al grande androne con volte complesse e scalone a tenaglia che portano al piano nobile, dove si possono ammirare le diverse sale. Tra queste, l’antica cappella e la sala consiliare, originariamente la sala da ballo e di ricevimento del Duca. L’attuale cortile era un giardino con alberi di aranci e limoni, con un pozzo di forma circolare sul quale faceva mostra di sé una statuetta di Bacco circondato da quattro busti di marmo rappresentanti il sole, la luna, la stella e la cometa. Oggi queste sculture sono esposte nelle sale museali de “Le Stanze del Duca” poste al piano terra, alla sinistra nell’androne del palazzo.