La Chiesa di Sant’Antonio Abate venne fatta costruire dal vescovo di Ales Fra Lorenzo da Villa Vincenzo nel 1582 e affidata alla custodia dei frati che la abbandonarono nel 1640, lasciando il convento in rovina. La Chiesa che rimase venne ristrutturata e ampliata grazie ai lasciti dei devoti.
La Chiesa, di stile spagnolo, presenta una pianta a croce latina ed è circondata da un ampio cortile e recintata da un muraglione. Anticamente invece, la Chiesa era circondata da loggette denominate “Cumbessias”. Queste ultime erano utilizzate come ricovero per i numerosi pellegrini e ospitavano un fiorente mercato. La Chiesa custodisce al suo interno un prezioso altare ligneo di stile barocco placcato in oro zecchino. Nella nicchia centrale si trova la statua del santo vestita da sette vesti di pregiata lavorazione.